Metti un sabato sera di Luglio, una cena allegra a casa dei testimoni di nozze a base di bruschette   e di fritto misto, il tutto innaffiato da prosecco e pino grigio. Metti che alla fine della suddetta cena rimanga un posticino grande abbastanza per farci stare il gelato ma tu ti rendi conto che il gelato non ti sei fermato a prenderlo. Come risolvi ? Nessun problema per il dolce, basta frugare nei pensili della cucina e qualcosa si trova (biscottini, dolcettini confezionati ecc. ecc.) ma per il bere ? Cosa bevi ? Servirebbe qualcosa di fresco, magari senza bollicine. Se come me avete dei buoni testimoni di nozze di sicuro loro sapranno rispondere con una soluzione all’altezza, ovvero, Santadi Latinia 2008.

Aperto il frigo ecco pronta una bottiglietta da 0,375 senza indugi la apriamo, versiamo il nettare ambrato in bei bicchieri ampi e ci lanciamo verso un fine pasto fatto di biscottini secchi e “vino da uve stramature”.  Qualcuno di noi affronta l’abbinamento con i biscottini secchi “alla Toscana”, come si farebbe con i cantucci e il Vin Santo. Personalmente ho mandato al diavolo i biscottini e mi sono concentrato sul vino per cercare di carpirne il più possibile.

Devo ammettere, io non sono un amante dei vini dolci il 90% delle volte li trovo stomachevoli, mi danno sempre l’impressione di essere corretti con qualche bustina di zucchero.

Va subito rassicurato chi come me è sensibile all’eccessiva dolcezza, il Latinia non è stucchevole, certo si percepisce chiaramente una buona base caramellosa ma l’acidità è ben incorporata e l’equilibrio risulta gradevole al palato. Al sorso c’è tanta frutta secca, più agrumi che fiori, da notare assenza di smalto e/o idrocarburi. Mi ha colpito la relativa facilità di beva, Latinia non è ne eccessivamente untuoso e ne eccessivamente alcolico, inoltre il finale non lascia la bocca appiccicosa.

Un buon vino dolce, fatto bene, fatto per i dolci e facile da capire, in 4 persone evapora alla velocità della luce. La temperatura di servizio data dal produttore è di 14 gradi, ma se dovessi dare un consiglio da rozzo consumatore meglio consumarlo bello freddo.

Santadi Latinia 2008
Anno 2008
Vitigni 100% Nasco
% Alcol 14
Produttore Santadi
Paese-Regione Italia – Sardegna – Basso Sulcis
Prezzo
Shop on-line
Abbinamento consigliato dal produttore Ravioli fritti conditi con il miele, formaggi stagionati,  dolci in generale
Temperatura di servizio °C 14
Aspetto Giallo caramello
Naso

 Caramello, miele lievi toni speziati.

Sapore

Vaniglia, caramello, lievi agrumi e toni speziati. Dolcezza mai stucchevole, controbilanciata da acidità.